Saturday November 1st 2014
Pubblicato il: lunedì, gennaio 13th, 2014

Riforma Pensioni 2014: ultime notizie e novità per lavoratori precoci, esodati e quota 96

Riforma-Pensioni-2014-ultime-notizie-e-novità-per-lavoratori-precoci-esodati-e-quota-96

Nuovo anno e nuove idee di modifiche per la legge della riforma delle pensioni dell’ex Ministro Fornero attualmente in vigore.

Tutti sono consci, o almeno si spera, in parlamento che la riforma delle pensioni della Fornero presenta molte lacune alle quali bisogna porre rimedio.

Uno su tutti che sicuramente si è accorto dei problemi che ha lasciato in eredità la riforma Fornero è sicuramente il nuovo Ministro del Lavoro Enrico Giovannini che in una recente intervista ha rilanciato una nuova proposta definita dai medio come il “prestito per il prepensionistico”.

Il progetto che il nuovo Ministro spera di portare presto a termine mediante un nuovo disegno o decreto legge ad hoc è in sintesi la possibilità di andare tre anni prima in pensione rispetto all’età stabilità dalla nuova riforma cioè andare in pensione a sessantatré anno rispetto ai sessantasei previsti dal sistema pensionistico attualmente in vigore.

A chi aderirà a questa proposta però sarà versata una rendita mensile tra l’80 e 85% della retta pensionistica realmente spettante.

Al compimento del sessantaseiesimo anno di età l’ex lavoratore con il ricevimento della pensione dovrà restituire le somme ricevute nei tre anni di prepensionamento versando un fisso mensile trattenuto alla fonte tra il 10 e il 15% dell’importo della retta mensile.

Una simile modifica alla legge Fornero permetterebbe a chi come i lavoratori precoci e usuranti anche con un sacrificio economico hanno finalmente dopo aver lavorato sin dalla adolescenza la possibilità di andare in pensione.

Il “prestito per il prepensionamento” potrebbe permettere anche di terminare una volta per sempre l’annosa vicenda degli esodati cioè di coloro che si trovano senza lavoro perché difficilmente ricollocabili nel mercato del lavoro per questioni anagrafiche e sempre per l’età non hanno la possibilità di usufruire della pensione.

La proposta del Ministro Giovannini ricalca molto quella molto discussa della anno scorso dell’Onorevole Damiano.

Per i Quota 96 del comparto scuola la svolta potrebbe arrivare al momento solo politicamente, previo ritrovamento fondi, visto che la Corte Costituzionale solo il mese scorso ha rigettato il ricorso presentato da uno dei componenti dei Quota 96.

Leave a Comment

What is 3 + 10 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)