Thursday July 31st 2014
Pubblicato il: sabato, giugno 15th, 2013

Riforma pensioni governo Letta: proposte Giovannini e Damiano per modifiche legge Fornero, news esodati

Riforma-pensioni-governo-Letta-proposte-Giovannini-e-Damiano-per-modifiche-legge-Fornero-news-esodati

Dopo tante ipotesi e parole spese sulle proposte del Ministro Giovannini e delle riforme che dovrebbero essere applicate al Welfare, arriva la smentita della possibilità di poter pre pensionarsi a 62 anni.quindi ogni parola spesa fino ad oggi sulle varie argomentazioni che vedevano il punto di partenza di conteggi e altro a partire dai 62 anni di età, cadono come un bel castello di sabbia. Peraltro, si ripete dopo giorni, la smentita arriva direttamente dal Ministro dell’Economia Saccomanni che certamente è coinvolto per quel che gli compete nella vicenda economico finanziaria.

Ricordiamo che il tutto era partito da un esponente del partito pidiellino che in parte ritoccava la riforma Fornero: a 62 anni se versati 35 anni di contributi, si può anticipare l’andata in pensione subendo una decurtazione dell’assegno pensionistico nella misura del 2% per ogni anno fino ai 66 con un massimo di decurtazione dell’8%. Il punto di partenza dell’attuale Governo è proprio applicare una riforma di una legge già riformata dalla Fornero, ex Ministro del lavoro, per cui gli incontri con i sindacati (Cgil, Cisl, Uil e Ugl) e le associazioni di categoria (Confindustria, Abi, Ania, Rete Imprese Italia e Alleanza delle coop) al fine di trovare una linea comune che quindi può soddisfare un po’ tutti parti sociali, lavoratori, partiti, casse sociali. Il che è davvero un’impresa titatanica. L’attenzione non si sposta dal sistema della flessibilità che ha visto formulare due proposte, a tal proposito, dal Ministro in carica Giovannini e dal Presidente della Commissione lavoro della Camera, Cesare Damiano.

Nessun cambiamento drastico, nessun allarmismo in tal senso, e nel contempo si precisa che la questione delle pensione per gli esodati dovrà aspettare ancora perché è in agenda dopo la stagione estiva. Le due proposte cui sopra si è accennato sono le seguenti. Partiamo da quella esposta dal Ministro Giovannini: 1) seguendo i dettami dell’attuale legge Fornero, si stabilisce che chi vuole uscire anticipatamente dal mondo del lavoro è sottoposto ad una penalizzazione con la sottrazione del 2% sul montante pensionistico per ogni di anticipo sull’età stabilita quale soglia minima per andare in pesnione 2) previsione di una penalità pari al 12% sull’indennità pensionistica che andrà a decrescere man mano che l’età lavorativa aumenta.

La proposta invece del Presidente della Commissione lavoro della Camera, Cesare Damiano, peraltro già depositata, prevede che i soggetti di età tra i 62 e i 70 anni potrebbero pensare di andare in pensione, sempre che vi siano almeno 35 anni di contributi versati, applicando una penalità e nel contempo incentivare coloro che preferiscono invece rimanere al lavoro e che ha un età tra i 67 e i 70 anni. Un breve propspetto per comprendere di che si parla in termini numerici: riduzione dell’8% in caso di richiesta di pensionamento a 62 anni; -6% a 63 anni; -4% a 64 anni; -2% a 65 anni; a 66 anni non sono previsti né incentivo, né disincentivi; dai 67 anni sono invece previsti degli incentivi :+2% a 67 anni;+4% a 68 anni; +6% a 69 anni; +8% a 70 anni.

L’età pensionabile dalla riforma Fornero è stata stabilita a 66 anni nel settore pubblico, in quello privato andrà a graduarsi fino al 2018, per cui il pre pensionamento è possibile solo a chi ha i requisiti detti. Per l’anno in corso si stabilisce per gli uomini: 42 anni e 5 mesi (comprensivi del primo scatto di adeguamento ISTAT di 3 mesi, che vale dal 2013 al 2015, mentre per le donne  41 anni e 5 mesi, comprensivi di 3 mesi di adeguamento Istat. Dal prossimo anno ci sarà qualche cambiamento che consiste soprattutto di una aggiunta di un mese per tutti e permane il criterio che chi vuole pre pensionarsi prima dei 62 anni, con previdenza secondo requisiti normativi, non obietta a che gli venga detratto dall’assegno l’1% per i primi due anni e il 2% per quelli successivi. Diverse e differenti proposte: ma che deciderà il nostro attuale esecutivo? Siamo in attesa di apprendere esiti di incontri, proposte, riforme.

L’unica certezza che attualmente si può avere è che prima della stagione autunnale nessun cambiamento e nessuna programmazione vedrà la luce, e tanto è stato pubblicamente detto da Giovannini il quale ha dichiarato che bisognerà «affrontare dopo l’estate ogni eventuale intervento per affrontare le problematiche» relative alla riforma pensionistica. Ma il problema urgente degli esodati? Lo stesso Ministro, nella medesima occasione, ha aggiunto che i risparmi della spesa pubblica potrebbero essere rimessi nei fondi da utilizzare per salvaguardare l’alto numero degli esodati, previa verifica del percorso delle tre salvaguardie in atto, in modo da poter fare ipotesi più concrete. Dal suo canto, l’INPS ha proceduto a pubblicare gli esiti delle verifiche dalla stessa eseguiti, in tale settore, su richiesta ministeriale. Attorno a tale tematica, circola anche  la nuova proposta del Pd che è attesa in commissione alla Camera, che prevede anche che il benefico della salvaguardia sia diffuso anche ai dipendenti delle piccole e micro imprese.

Leave a Comment

What is 3 + 8 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)

Altre notizie

Pneumotorace: cos’è il malore che ha colpito Christian Maggio del Napoli
Pneumotorace: cos’è il malore che ha colpito Christian Maggio del Napoli

Tanta paura per Christian Maggio e per tutto il Napoli, che dopo la delusione per la sconfitta contro il Porto [Read More]

Atalanta – Napoli streaming gratis ita: diretta partite live internet, ultime formazioni
Atalanta – Napoli streaming gratis ita: diretta partite live internet, ultime formazioni

In casa Napoli dopo l’importantissimo successo in Tim Cup 2014 contro la Lazio che ha permesso alla squadra [Read More]

Milan – Torino streaming gratis ita: diretta partite live internet, ultime formazioni
Milan – Torino streaming gratis ita: diretta partite live internet, ultime formazioni

Oggi, dopo la parentesi del calciomercato, torna il calcio giocato a Milano con la sfida al “Meazza” alle ore 20,45 [Read More]

Riforma pensioni Giovannini 2014: ultime novità prestito pensionistico e lavoratori precoci
Riforma pensioni Giovannini 2014: ultime novità prestito pensionistico e lavoratori precoci

Finalmente all’orizzonte vi è la possibilità di cambiare qualcosa nel nostro sistema pensionistico dopo la [Read More]

Cagliari – Milan streaming gratis: diretta partite su internet e tv
Cagliari – Milan streaming gratis: diretta partite su internet e tv

Il Milan torna in campo dopo l’eliminazione inattesa di Tim Cup 2014 ad opera dell’Udinese di Francesco [Read More]

Interesting Sites

    Insider

    Archives