Wednesday November 26th 2014
Pubblicato il: mercoledì, marzo 27th, 2013

Richiesta Cud Inps 2013: scadenza, proroghe, tutte le istruzioni per pensionati ritiro modello online o cartaceo

Mancano ormai cinque giorni, salvo eventuali proroghe, i termini per il ritiro del modello Cud 2013. La nuova procedura per accedere al documento telematico per poi effettuarne la stampa ha scatenato notevoli polemiche tra i pensionati, soprattutto i più anziani che per ovvie ragioni non sono in possesso delle conoscenze tecniche né dei mezzi necessari a interfacciarsi con la rete informatica.

Di seguito vediamo le varie modalità mediante le quali è possibile accedere al cud 2013.

La modalità più semplice per accedere al modello di certificazione dei redditi è la richiesta on line mediante il portale dell’Inps, per cui però è necessario essere in possesso di un indirizzo di posta certificata.

Il documento cartaceo si può invece ottenere recandosi direttamente presso gli sportelli dell’Inps, dell’ex Enpals o ex Inpad  ma solo sino alla fine di marzo. In via alternativa la richiesta può essere effettuata presso i Caf e i centri di assistenza fiscale in modo totalmente gratuito. In ultima istanza si può anche far riferimento ai soggetti abilitati o recarsi presso gli uffici postali che offriranno il servizio di stampa del Cud al costo di 2,70 più IVA. Su questo aspetto non si è lasciata attendere la polemica della Federconsumatori che non ritiene opportuno richiedere un pagamento per un servizio che è stato sempre gratuito.

Per evitare tali costi l’Inps ha incentivato l’utilizzo della procedura telematica spiegando in maniera minuziosa la procedura per arrivare in modo corretto alla stampa del documento. Per accedere alla procedura on line è innanzitutto necessario collegarsi al portale dell’Inps. Entrati nella home bisogna accedere nell’area servizi al cittadino,  inserire il codice Pin, accedere al Fascicolo previdenziale e selezionare il modello Cud unificato. Se non si possiede il codice PIN si può richiederlo direttamente on line sul sito dell’Inps nell’area dedicata o recandosi presso uno sportello delle agenzie territoriali dell’ente previdenziale.

Per coloro che fossero in possesso di un  indirizzo di posta certificata invece sarà sufficiente inoltrare la richiesta all’indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it allegando, oltre alla richiesta, anche un documento di riconoscimento in formato telematico scansionato fronte-retro. In tal modo l’Inps provvederà a

Richiesta-Cud-Inps-2013-scadenza-proroghe-tutte-le-istruzioni-per-pensionati-ritiro-modello-online-o-cartaceo

d inviare il documento telematico direttamente presso la casella di posta elettronica utilizzata.

Di seguito inoltre facciamo una breve panoramica di tutti i soggetti abilitati al rilascio del Cud 2013: si tratta di tutti i soggetti di cui all’art. 3 comma 3 del D.P.R.  22 luglio 1998, n.322 in possesso di certificato Entratel in corso di validità, espressamente indicati dall’Inps con la circolare n.32 del 26 febbraio 2013 intitolata “Nuove Modalità di rilascio del Cud”.

In particolare sono abilitati al rilascio del cud 2013 gli iscritti negli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei periti commercialisti e dei consulenti del lavoro, i soggetti iscritti alla data del 30 settembre 1993 nei ruoli di periti ed esperti tenuti dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura per la

subcategoria tributi, in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza o in economia e commercio o equipollenti o diploma di ragioneria, le associazioni sindacali di categoria tra imprenditori indicate nell’articolo 32, comma 1, lettere a), b) e c); del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241 (d), nonche’ quelle che associano soggetti appartenenti a minoranze etnico-linguistiche, i centri autorizzati di assistenza fiscale per le imprese e per i lavoratori dipendenti e pensionati, gli altri incaricati individuati con decreto del Ministro delle finanze.

Tali soggetti possono offrire detto servizio solo a seguito di esplicita richiesta da parte del cittadino che per l’occasione dovrà sottoscrivere apposito mandato e allegare una copia del documento di riconoscimento che dovranno essere esibiti dal soggetto stesso a richiesta dell’Inps. Il cittadino dovrà anche sottoscrivere specifica delega nel rispetto di quanto previsto dal D.lgs 196/2003, riguardo al trattamento e alla divulgazione dei dati personali.

Leave a Comment

What is 2 + 12 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)