Wednesday July 23rd 2014
Pubblicato il: sabato, febbraio 23rd, 2013

Exit poll e proiezioni elezioni politiche 2013: ultime notizie su sondaggi elettorali Pdl e M5S

Finalmente dopo tanto parlare da parte di commentatori ed esponenti politici siamo giunti al momento della verità: infatti domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013 si svolgeranno le tanto attese elezioni politiche italiane.

Alla chiusura delle cabine elettorali, ossia alle ore 15 di dopodomani, saranno resi pubblici i primi exit poll, che sarebbero le intenzioni di voto di un campione di elettori raccolte dai vari istituti statistici all’uscita dal seggio e quindi soggetti ad errore, mentre per avere un’idea un po’ più completa e precisa bisognerà aspettare le proiezioni.

Intanto impazzano sulla rete i sondaggi elettorali non ufficiali, in quanto per legge è vietata la loro diffusione a partire da 15 giorni prima della data delle elezioni. Vediamo a tal proposito le ultime notizie, precisando che si tratta di dati da prendere con le pinze in quanto, come appena detto, provenienti non dai consueti sondaggisti, ma da canali clandestini.

Dunque immaginando di essere in una corsa ippica, come ipotizzano queste rilevazioni per aggirare il divieto di diffusione dei sondaggi, il centrodestra, con il Pdl di Berlusconi in testa, sarebbe a soli 1,5 secondi di distacco dal centrosinistra guidato da Pier Luigi Bersani.

Stando a questi risultati la partita sarebbe apertissima ed un ruolo decisivo lo avrebbero sicuramente gli indecisi (pari a circa un quarto degli aventi diritto al voto) che potrebbero far pendere la bilancia da una parte o dall’altra. Per questo nelle ultime ore si sono moltiplicati gli appelli al voto da parte di tutti i leader politici.

Ma il vero e proprio pienone di consensi lo farebbe il Movimento 5 Stelle, abbreviato M5S, che riuscirebbe a completare il giro dell’ippodromo in circa 20 secondi. Un risultato a dir poco straordinario, non ipotizzabile alla vigilia delle elezioni, con cui dovrà fare i conti chiunque dovrà governare il nostro Paese.

Questo è lo scenario che si avrebbe alla Camera, mentre al Senato la situazione appare ancora più complicata. Infatti i vari premi di maggioranza per eleggere i rappresentanti di Palazzo Madama sono su base regionale e da qui potrebbe derivare una ulteriore frammentazione. Che porterebbe di fatto all’ingovernabilità.Exit poll e proiezioni elezioni politiche 2013: ultime notizie su sondaggi elettorali Pdl e M5S

Sempre dalla rete è ricavato il seguente quadro in alcuni Conclavi regionali: Lombardia +2,5 per l’inaffondabile cardinale di Monza e Brianza, Sicilia +3 per il cardinale di Monza e Brianza, Veneto +4 per il cardinale di Monza e Brianza, Campania +1 per il bonario cardinale di Piacenza ed infine Puglia parità tra il cardinale di Piacenza e quello di Monza e Brianza.

A tal proposito Silvio Berlusconi si è sbilanciato: ”Siamo al pareggio, avremo un successo consistente; avremo il 55% alla Camera e ho notizia che vinceremo bene anche al Senato”. Ma anche Bersani si è detto fiducioso: ”La mia sensazione e’ che l’elettorato deciderà e che ci sarà un’onda da un lato o dall’altro anche se io spero sia dalla parte giusta. Ma in caso di pareggio escludo che si possa risolvere con governissimi: non c’e’ tempo di metterci dentro ad una palude”.

Grillo ha invece ammonito: “”Per questa gente e’ finita. Li vedete nelle loro macchine blindate, dovrebbero scrivere sulla portiera ‘state per uscire nella vita reale’, sono sconnessi da ogni cosa. Arrendetevi. Siete circondati. Chiedete scusa. Noi qua e loro nei loro teatrini, nei loro uffici. E’ finita, e’ finita, e’ finita. In una tristezza infinita. Da qualsiasi punto di vista li guardi, politico, economico, sociale, sono dei falliti. E ora inizia qualcosa. Dopo il 27 ci saremo noi. E’ possibile che uno che sta lì da vent’anni non sente il dovere di andarsene spontaneamente? E’ da analizzare “psichiatricamente”.

Poi il comico genovese ha risposto agli attacchi venuti da tutto il mondo politico: “Hanno detto di tutto: che ero nazista, fascista, comunista, demagogo, contro i neri, contro gli omosessuali…. E che incito a bombardare il Parlamento italiano, ma come c…. si fa a dire sta’ roba. Potevo fare il miliardario come ha detto Gargamella. Che ha detto che lui e’ figlio di meccanico e io sono miliardario… ma io ho lavorato e ho guadagnato i soldi con il mio lavoro non facendo il parassita come lui”.

A stretto giro di posta è arrivata la replica del segretario del Pd: ”’Grillo non mi impressiona. E’ inutile che mi insulti dicendo che sono un parassita. Io condoni tombali non ne ho mai fatti, sono figlio di un meccanico e con me va sul duro. Mi va bene discutere su tutto, ma sulla democrazia sarò inflessibile. Di macerie ne abbiamo abbastanza, solo i miliardari campano sulle macerie, la povera gente ci rimane sotto”.

Infine anche Monti ha dato il suo parere sul Movimento 5 Stelle: ”Ritengo salutare la domanda di Grillo che sale dalle piazze, perniciosa l’offerta di sé stesso che viene dal podio: abbiamo in comune con Grillo l’insoddisfazione per ciò che la politica ha fatto, ma noi oltre alla protesta abbiamo la proposta”.

Insomma tutti contro Grillo, a testimonianza del fatto che i rappresentanti storici della politica italiana hanno avvertito l’enorme consenso popolare che si sta raccogliendo attorno alla figura del fondatore del M5S.

D’altronde una ennesima conferma della crescita di popolarità dell’istrione ligure si è avuta anche dalla manifestazione di chiusura della campagna elettorale a cui avrebbero partecipato secondo gli organizzatori ben 800 mila persone.

A questo elevato numero di gente riunitasi a Roma in Piazza del Popolo vanno aggiunti anche i circa 150 mila contatti della diretta streaming dell’evento. Quindi quasi un milione di cittadini avrebbero seguito Beppe Grillo nel suo comizio finale.

Questo potrebbe fa pensare che il Movimento 5 Stelle potrebbe ottenere un risultato davvero sorprendente, in grado di far ribaltare il banco. Ma si tratta di un pericolo o di una opportunità per l’Italia? Ai posteri l’ardua sentenza.

Un fattore che certamente influenzerà in maniera determinate l’esito del voto, oltre ai sopra citati incerti, sarà affluenza alle urne. Storicamente più bassa è la partecipazione al voto maggiori saranno le possibilità per la coalizione Italia Bene Comune di vincere le elezioni. Viceversa una affluenza vicina all’80% favorirebbe il centrodestra ed in particolare il Pdl del Cavaliere. Il maltempo, annunciato per il fine settimana, potrebbe in tal senso giocare un ruolo determinante.

Ricordiamo che le urne resteranno aperte dalle ore 8 alle 22 di domani e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì e che si potrà esprimere la propria preferenza barrando con una croce il simbolo del partito prescelto. Naturalmente bisognerà presentarsi al proprio seggio di competenza muniti di documento di identità in corso di validità e della tessera elettorale, che, in caso di smarrimento, sarà possibile ritirare dagli uffici comunali.

Leave a Comment

What is 5 + 11 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)

Altre notizie

Bimbo di 3 anni travolto e ucciso da pirata della strada a Ponte Nuovo (Ravenna)
Bimbo di 3 anni travolto e ucciso da pirata della strada a Ponte Nuovo (Ravenna)

Tragedia nel Ravennate dove un bimbo è stato travolto e ucciso in strada. In queste ore è scattata la caccia al [Read More]

Dell’Utri torna dal Libano in Italia: 7 anni di carcere
Dell’Utri torna dal Libano in Italia: 7 anni di carcere

Torna in Italia Marcello dell’Utri. Dopo essere stato estradato dal Libano, è arrivato in aereo a Fiumicino [Read More]

Uomo corre nudo in bici a Bologna: dice “Volevo provare l’ebrezza”
Uomo corre nudo in bici a Bologna: dice “Volevo provare l’ebrezza”

Stupore, paura e qualche risata per la comparsa in pieno centro a Bologna di un umo nudo in bici. Si tratta di un [Read More]

Expoleaks: strumento per controllare eventuali illeciti dell’edizione 2015
Expoleaks: strumento per controllare eventuali illeciti dell’edizione 2015

Interessante iniziativa quella del centro di giornalismo di inchiesta Irpi: nasce ExpoLeaks, nuova piattaforma web [Read More]

Genoma degli agrumi, ora sappiamo il Dna dei loro nonni
Genoma degli agrumi, ora sappiamo il Dna dei loro nonni

Importante scoperta da parte di un gruppo di ricerca internazionale che è stato in grado di sequenziare il genoma di [Read More]

Interesting Sites

    Insider

    Archives