Monday September 22nd 2014
Pubblicato il: giovedì, febbraio 21st, 2013

Ultimi sondaggi politico elettorali politiche 2013: stop pre-elettorale vola M5S, bagno di folla per Grillo domani a Roma

Le ultime elezioni, ovvero quelle del 2008, consacrarono il PDL quale partito che sarebbe entrato nella storia della Repubblica italiana per i consensi ricevuti per l’elezione del nuovo Governo; infatti, stracciò nel vero senso del termine, i partiti avversi quali PD all’epoca guidato da Walter Veltroni, allato con IDV di Antonio Di Pietro, con un distacco di voti di circa il 10% (46,8% a 37,5%).

Un po’ come accadde quando in politica incominciarono a farsi strada nuovi partiti come Forza Italia con l’intento di porre fine alla Repubblica partitocratica. Oggi l’assetto politico, come la realtà stessa dei partiti, è ben differente. Gianfranco fini, dopo ben 15 anni di alleanza, ha deciso di camminare per suo conto con un nuovo, esiguo partito politico che avrebbe dovuto essere formato da coloro che pur appartenendo al centro destra non seguivano la filosofia del leader Silvio Berlusconi.

In realtà, oggi il centro destra non è quello di quel periodo e tantomeno quello che avrebbe voluto Berlusconi, visto che oggi è sostenuto da La Destra e con Fratelli d’Italia, i fuoriusciti ex aennini del PdL.  Neanche il PD è rimasto quello dell’epoca: se il PD di Veltroni avrebbe voluto raccogliere ogni movimento politico di sinistra e comunque mettere in netta minoranza la sinistra più radicale, oggi con il nuovo Segretario Pierluigi Bersani, il partito democratico fa parte della coalizione di centro sinistra che è sostenuta anche da Sinistra Ecologia e Libertà di Nichi Vendola.

È sparita l’alleanza con l’IDV, contrariamente al 2008 quando quest’ultimo era uno dei partiti più rigorosi e sentiti dalla realtà politica. Domenica e lunedì prossimo i partiti e tutta la realtà politica che si andrà a votare avrà un aspetto mutato e sarà l’immagine di tutto quello che tra un elezione e l’altra è accaduto nel nostro paese, tra alleanze, scissioni, nuove formazioni politiche tra le quali la preponderante è certamente il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

La presenza di una molteplicità di partiti politici renderà, a chiunque si troverà ad aver vinto le elezioni prossime, difficoltoso costruire una maggioranza politica e soprattutto tenerla in vita a lungo. In questi giorni Grillo ha anche affermato che il suo movimento è destinato ad essere il primo partito politico in queste vicinissime elezioni e detto da lui potrebbe anche non essere notizia attendibile; però, bisogna ammettere che c’è chi prevede che a questa tornata elettorale il movimento di Grillo registri consensi da capogiro e comunque alti. Basti pensare che già nelle settimane antecedenti la fermata delle pubblicazioni dei sondaggi il M5S era dato con circa il 17/20%. Allora nasce il dubbio, ovvero se tutto è vero oppure se qualcosa sta covando..non si può negare che l’ultimo periodo si è parecchio parlato dell’ascesa del M5S, soprattutto della sua ripresa dopo un momento di declino nato dalle discussioni sull’organizzazione interna del movimento.

I dati che circolano nonostante il divieto imposto dalla Legge, quindi non ufficiali e non autorizzati, riferiscono che i grillini potrebbero portarsi avanti di ulteriori 2/3 punti percentuali fino al primo giorno delle elezioni. Ciò vorrebbe anche significare che Grillo potrebbe rappresentare il leader del secondo partito in Italia. Non solo, si prevede che il M5S dia veramente una sferzata allo scenario politico italiano, raggiungendo risultati che altri partiti invieranno perché non riescono ad emergere come quello di Grillo, il quale dunque andrà ben oltre quel che si crede. D’altronde l’ha detto lui stesso nel giro elettorale che sta compiendo con il suo   Tsunami Tour: “Siamo il primo partito in Italia”. La frase potrebbe essere presa con simpatia e senza troppi impegni, ma quando la medesima frase è stata detta in occasione delle regionali siciliane il M5S ha avuto una miriade di voti e quindi forse non sarebbe il caso di scherzarci troppo.

Ultimi-sondaggi-politico-elettorali-politiche-2013-stop-pre-elettorale-vola-M5S-bagno-di-folla-per-Grillo-domani-a-Roma  Da altro punto di vista, invece, se l’intervista a Sky fosse andata bene, il “rischio vittoria” sarebbe aumentato ancora, ma il Movimento 5 Stelle, per il momento, non vuole certo governare il paese. Non ancora, almeno, ma per l’immediato futuro il piano di Grillo è chiaro. Nelle sue previsioni grillo ha altresì previsto che “Il governo che uscirà dalle urne durerà sei mesi”. Quanto detto non è una previsione così inimmaginabile, visto che la situazione sarà sicuramente caotica e la probabilità che non si riesca a formare un governo solido è molto alta. Il governo più burrascoso sia è il M5S, costituito da studenti, operai e disoccupati. Se ci si sofferma si nota che il M5S non trova una rappresentanza istituzionale classica, vista la mancanza di partiti sulla scorta dei Verdi francesi o tedeschi o movimenti che mettono al loro centro anche i diritti dei consumatori, Orfani di modelli di questo tipo, la sinistra libertaria si è riversata su Grillo. O almeno così sembra, visto che su 100 persone intenzionate a votare Grillo 46 provengono dal centrosinistra, ma 40 dal centrodestra.

Chi sono gli altri? Probabilmente un ruolo lo gioca l’esercito delle nuove partite Iva: giovani professionisti privi di tutele che si sentono trascurati dalla sinistra e non rappresentati dal sindacato. Anche per questo Grillo si getta all’attacco dei sindacati salvo fare retromarcia per salvare dal gruppo la Fiom e i sindacati minori. Gli interessano i lavoratori della new economy e la classe operaia, mentre va molto meno forte tra i dipendenti pubblici, i pensionati e le casalinghe.

Veniamo alle classi di età: il cuore del M5S è giovane, ma non così giovane come si potrebbe pensare. La percentuale maggiore dell’elettorato è infatti composto dai 35-44enni – che superano anche le classi dei giovanissimi e dei trentenni – mentre la quota scende decisamente tra chi ha superato i 64 anni. Quindi giovani, dal lavoro incerto e dal tasso di istruzione più elevato della media: i laureati sono 23,7% dei simpatizzanti (circa il doppio della media nazionale).

:Un invito ai partiti tradizionali ad abbandonare il campo e poi l’annuncio davanti a 35mila spettatori (80mila per gli organizzatori) in Piazza Duomo: «Siamo diventati la terza, la seconda, anzi la prima forza politica del Paese». È quanto ha sostenuto Beppe Grillo, nel suo comizio a Milano, lanciando un monito ai partiti tradizionali: ”«C’è un solo grido: arrendetevi, siete circondati. Il cambiamento è già avvenuto. In questa piazza dove si sono tenuti altri comizi si sente un po’ l’odor di naftalina. Io so che ci siete, che siete nascosti e che state osservando: arrendetevi, siete circondati». «Arrendetevi -ha continuato Grillo- e io vi prometto che non useremo nessuna violenza, vi accarezzeremo ma dovete andarvene finchè siete in tempo».

Quindi rivolgendosi al popolo delle 5 Stelle «è un sogno che stiamo condividendo con milioni di persone». Poco prima del giudizio, grillo aveva avuto anche l’appoggio Adriano Celentano. «Se non voti ti fai del male, se non voti non cambia niente». Questa è la strofa che chiude l’ultima canzone di Adriano Celentano, pubblicato sul suo blog. La canzone, dal titolo «Ti fai del male» è critica verso a politica ma nel contempo anche un sollecito «a riscrivere la storia del nostro Paese», grazie a «un’onda nuova». Grandi approvazioni per le parole dette e applausi a Celentano.

E se l’endorsement non è esplicito, in passato Celentano aveva già dato il suo appoggio a Beppe Grillo. «L’idea di infiltrarti tra i perdenti è stata la tua carta vincente! Ormai non ti ferma più nessuno!», si leggeva sul blog nel maggio del 2012. Per di più, il comico e il cantante hanno partecipato a molteplici spettacoli insieme. Poi sempre l’anno  scorso le voci insistenti davano Celentano alla caccia di Grillo come spalla per Rock Economy, l’ultimo show televisivo del cantante su Canale 5.

E tra le celebrità anche per  Adriano Celentano sarebbe disposta a salire sul palco insieme a Grillo a piazza San Giovanni a Roma per il Boom Day di venerdì 22 febbraio, data in cui si chiude lo Tsunami Tour. Insieme a loro anche Dario Fo (già salito sul palco di Milano), con cui il comico genovese e il suo consulente per la comunicazione Gianroberto Casaleggio hanno appena scritto un libro con Chiarelettere.

 

2 Comments for “Ultimi sondaggi politico elettorali politiche 2013: stop pre-elettorale vola M5S, bagno di folla per Grillo domani a Roma”

  • serlino scrive:

    In qualità di simpatizzante del M5S sento il dovere di ringraziare dal profondo del cuore il PD almeno per i seguenti motivi:
    1) aver rifiutato la tessera del PD a Grillo.
    2) aver preferito Bersani a Renzi.
    3) aver insistito in campagna elettorale con la commedia delle parti tipica dei membri della Casta.

    • renzo scrive:

      In qualità di simpatizzante di Renzi (ma non di Bersani)ringrazio Grillo e i suoi elettori per aver risvegliato una coscienza latente e un moto di orgoglio nella popolazione, spero che non distruggano le aule del Palazzo e che siano pronti a contribuire civilmente alle funzioni di Governo che avranno, dialogando con tutti senza creare diktat o barriere e scendendo a qualche compromesso, come sarà indispensabile


Leave a Comment

What is 11 + 12 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)

Altre notizie

Madonna della Neve, 5 agosto appuntamento a Roma
Madonna della Neve, 5 agosto appuntamento a Roma

Agosto nella Capitale è anche il mese della neve. Non in senso meteorologico, anche se il clima pazzo di questa estate [Read More]

Trevigiano, bomba d’acqua e nubifragio: smentita la causa delle rotoballe
Trevigiano, bomba d’acqua e nubifragio: smentita la causa delle rotoballe

“L’eccezionale pioggia caduta in brevissimo tempo” è l’”unica causa” [Read More]

Pneumotorace: cos’è il malore che ha colpito Christian Maggio del Napoli
Pneumotorace: cos’è il malore che ha colpito Christian Maggio del Napoli

Tanta paura per Christian Maggio e per tutto il Napoli, che dopo la delusione per la sconfitta contro il Porto [Read More]

Atalanta – Napoli streaming gratis ita: diretta partite live internet, ultime formazioni
Atalanta – Napoli streaming gratis ita: diretta partite live internet, ultime formazioni

In casa Napoli dopo l’importantissimo successo in Tim Cup 2014 contro la Lazio che ha permesso alla squadra [Read More]

Milan – Torino streaming gratis ita: diretta partite live internet, ultime formazioni
Milan – Torino streaming gratis ita: diretta partite live internet, ultime formazioni

Oggi, dopo la parentesi del calciomercato, torna il calcio giocato a Milano con la sfida al “Meazza” alle ore 20,45 [Read More]

Interesting Sites

    Insider

    Archives