Milan-Juventus streaming: gratis diretta live tv video online su Sky Go e Premium Play solo per abbonati

Oggi, 25 novembre 2012 allo stadio San Siro di Milano si disputerà la gara più attesa della quattordicesima giornata del campionato di serie A tra Milan e Juventus.

Il match avrà inizio alle ore 20,45 e sarà trasmesso in diretta Tv su Sky Calcio 1 e Mediaset Premium Calcio e in streaming su Sky Go e Premium Play.

La partita tra Milan e Juventus è sicuramente una delle più affascinanti dell’intero campionato.Oggi si affronteranno due delle squadre più titolate al mondo: il Milan è detentore di 18 scudetti, 5 coppe Italia, 6 supercoppe Italiane, 7 Champions League e 4 Coppe Intercontinentali, la Juventus ha conquistato  28 scudetti, 9 coppe Italia, 5 supercoppe Italiane, 2 Champions League, 2 Coppe Intercontinentali.

Cifre da capogiro per due squadre che hanno contribuito in modo significativo a scrivere la storia del calcio italiano e mondiale.Le due squadre provengono da un turno infrasettimanale di Champions League esaltante.

Il Milan ha vinto in casa della squadra belga dell’Anderlecht per 3-1 qualificandosi con un turno di anticipo agli ottavi di finale della più prestigiosa competizione Europa.

La Juventus non è stata da meno, infatti, martedì  è riuscita a battere allo “Juventus Stadium” di Torino il grande Chelsea campione in carica della Champions League, con il secco risultato di 3-0, ponendo una seria ipoteca al passaggio del turno.

In campionato la Juventus ha fino ad ora rispettato i pronostici della vigilia che la davano come grande favorita alla vittoria dello scudetto: infatti è prima con 32 punti conquistati con 10 vittorie 2 pareggi ed una sola sconfitta.

Il Milan, Invece, orfano dei suoi due campioni più rappresentativi Ibrahimovic e Thiago Silva, entrambi ceduti durante il mercato estivo al Paris Saint Germain, in campionato ha avuto un andamento molto deludente tanto che al momento è fuori dalla zona Champions ed ha conquistato il misero bottino di 15 punti con 4 vittorie, 3 pareggi e ben 6 sconfitte.

Per la squadra rossonera oggi però potrebbe essere la gara del riscatto, infatti una vittoria stasera contro la Juventus permetterebbe al Milan di fare un bel salto in avanti in classifica e dare morale alla squadra per cercare di recuperare più posizioni possibili in classifica.

Oggi sarà in particolare la gara di un grande ex, Andrea Pirlo, che con la maglia del Milan ha giocato per dieci anni vincendo tutto quello che si poteva vincere.Passato alla Juventus la scorsa stagione il forte regista è stato il maggior artefice della vittoria dei bianconeri  dello scudetto nella passata stagione.

Altro giocatore attesissimo stasera sarà  El Shaarawy che a soli 20 anni compiuti qualche giorno fa è diventato l’autentico trascinatore del Milan con giocate al top e soprattutto realizzando  una valanga di reti, ben 10, tanto da essere il capocannoniere solitario del campionato.

Casa Milan: Il Mister della squadra rossonera Massimiliano Allegri ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sulla match di stasera contro la Juventus: “Berlusconi è sempre una presenza importante, è più vicino alla squadra rispetto al passato. E’ un fatto importante per tutti. Berlusconi è molto carismatico, usa le parole giuste per tutti. Guardiola non è un problema che mi riguarda. Io devo pensare alla partita di domani. Non posso decidere chi sarà l’allenatore del Milan. Aver passato il girone era una un obiettivo importante per la società. Ora pensiamo al campionato. Poi ci sarà la Coppa Italia, una manifestazione prioritaria in questa stagione. La Juve ha grande forza fisica e grandi individualità. Arriva da una partita ottima con il Chelsea. Dovremo sapere che affronteremo i più forti. Il reparto su cui puntare più attenzione? E’ una squadra equilibrata. Bisognerà avere grande attenzione su ogni pallone. Un risultato positivo farebbe vedere le cose in modo diverso sul nostro cammino, perché una grande prestazione in occasioni del genere fa ritornare entusiasmo ai tifosi e accrescerebbe l’autostima di tutti. Ma ci vorrà comunque del tempo per risalire la classifica. Sto pensando a un cambio a centrocampo rispetto alla Champions. Giocherà De Jong, devo decidere il terzo. Valuterò da qui a domani mattina l’intuizione giusta. Bisognerà fare la partita perfetta sotto tutti i punti di vista. Anche se la perfezione non esiste. Mexes? E’ recuperato, e con lui Constant. Pato? Deve solo avere pazienza in questo momento. Ci ho parlato prima che arrivassero le sue parole post Anderlecht. Capisco la sua voglia di rientrare, ma deve avere pazienza. Parlare della partenza di Pato è prematuro. Dobbiamo concentrarsi sul campionato. Robinho? Può essere titolare nel tridente”.

Il centrocampista del Milan e della Nazionale Riccardo Montolivo ha così commentato la gara contro la Juventus di stasera: ” Diciamo che toccare il fondo ci è servito. Abbiamo superato le difficoltà tutti insieme ed è in situazioni come questa che il gruppo esce rafforzato. I ragazzi mi hanno accolto in maniera molto affettuosa. Mi sono messo a disposizione, dell’allenatore e della squadra. Credo che un leader debba fare questo e dare l’esempio, più che comandare. Con Prandelli a Firenze ho fatto delle buone cose e sono diventato un giocatore, ma finché non fai il vero salto di qualità resti un po’ nel grigio. Avevo voglia di misurarmi, di capire se ero all’altezza. Sono in progresso, ma devo fare di più, come tutti. Il confronto con Pirlo? Non mi pongo il problema, siamo diversi. Il rapporto con Allegri? Mi ha aiutato all’inizio quando le cose non andavano benissimo, mi parla spesso.Il mio posto ideale è fra i due mediani, accanto a uno con caratteristiche diverse dalle mie. Ma sono sempre stato duttile. Poca cattiveria in campo? E’ una critica che mi fanno spesso. Sono un po’ distaccato, ma questo non vuol dire nulla. Non sono uno che sbraita, ma in campo corro. Sono un generoso, anche in allenamento. El Shaarawy? Nessuno si aspettava un rendimento simile, nemmeno lui, ma mi è sempre piaciuto. Ha velocità, abilità nel tagliare il campo. E calcia forte e preciso. Pato? E’ in una situazione particolare. Ci vuole pazienza con lui, ma vale la pena di aspettarlo. E’ un giocatore pazzesco, non mi sono mai allenato con uno così forte. Mi spiacerebbe se ne andasse…fra noi e loro c’è una bella differenza: hanno più qualità, sono più squadra. Ma noi abbiamo le armi per fare male. Noi dopo le ultime due partite abbiamo più fiducia, ma basta poco per ricadere nei soliti errori. La qualità c’è. Serve più fiducia, autostima. Oltre ovviamente a un rendimento migliore da parte di tutti non pensiamo di fare il catenaccio, ma affrontare la Juve a viso aperto è complicato. Uno stadio pieno, indiavolato. E dobbiamo fare i diavoli anche noi, non lasciarli giocare, difendere lontano dalla porta, aggredire. Fare un buon risultato significherebbe dare un segnale soprattutto a noi stessi”.

Allegri schiererà il Milan con il solito modulo 4-3-3.

L’unico dubbio per il mister rossonero è chi schierare in attacco tra Bojan e Pazzini, per il resto scenderà in campo la stessa formazione che ha battuto l’ Anderlecht in Champions League.

In porta ci sarà Abbiati, sulle fasce difensive giostreranno il giovane De Sciglio e Constant, i centrali difensivi saranno Mexes, autore di una splendida rete in rovesciata mercoledì e Yepes, a centrocampo ad impostare il gioco e contemporaneamente e proteggere la difesa  ci saranno Montolivo, Nocerino e De Jong, il tridente offensivo sarà formato da Boateng, Pazzini e El Shaarawy.

Casa Juventus:   Oggi i bianconeri dovranno fare a meno di Chiellini, infortunatosi contro il Chelsea martedì al polpaccio, mentre sarà della partita Bonucci che ha smaltito l’influenza che l’aveva costretto a saltare gli allenamenti di rifinitura in vista della gara.

In attacco il duo Conte Alessio dovrà decidere chi affiancare al titolarissimo Vucinic: il favorito dovrebbe  essere Quagliarella.

La Juve per la gara di oggi adotterà il modulo 3-5-2.

In porta ci sarà Gigi Buffon, il trio difensivo sarà formato da Barzagli, Bonucci e Caceras, sulle fasce a centrocampo giostreranno Isla e Asamoah, i centrali di centrocampo saranno Marchisio, Vidal e Andrea Pirlo, il duo d’attacco sarà formato da Fabio Quagliarella e Mirko Vucinic.

Ecco le probabili formazioni che scenderanno stasera in campo:

MILAN (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Yepes, Mexes, Constant; Montolivo, De Jong, Nocerino; Boateng, Pazzini, El ShaarawyA disp.: Amelia, Gabriel, Zapata, Acerbi, Emanuelson, Ambrosini, Flamini, Niang, Pazzini, Robinho.

All.: Allegri

Indisponibili: Mesbah, Strasser, Didac Vilà, Muntari, Antonini, Abate, Bonera, Pato

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Isla, Pirlo, Marchisio, Vidal, Asamoah; Vucinic, Quagliarella. All.: Alessio.A disp.: Storari, Rubinho, Marrone, Isla, De Ceglie, Giaccherini, Pepe, Bendtner, Matri, Giovinco, Pogba.

All.: AlessioSqualificati: Conte (08/12)

Indisponibili: Chiellini

Milan-Juventus-streaming-gratis-diretta-live-tv-video-online-su-Sky-Go-e-Premium-Play-solo-per-abbonatiARBITRO: Rizzoli di Bologna.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


What is 4 + 12 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)