Riforma pensioni: le ultime novità

Mancano ormai pochi giorni al consiglio dei ministri in cui saranno discussi tutti i provvedimenti che il governo intende adottare per far fronte alla crisi che sta colpendo il nostro paese, sotto il mirino della speculazione internazionale per l’elevato debito pubblico e la crescita molto bassa.

Il modo più immediato e strutturale per far cassa è quello di mettere mano alle pensioni con una riforma: questo appare l’intenzione del ministero del Welfare e del suo ministro Elsa Fornero che però assicura che ci saranno eccezioni che tuteleranno chi guadagna meno secondo un principio di equità tra generazioni.Riforma pensioni: le ultime novità

Sicuramente entrerà in vigore già dal prossimo anno, invece che dal 2014, l’adeguamento dell’età pensionabile delle donne già deciso dal precedente governo. Altra norma che sarà nel pacchetto è quella che riguarda il passaggio al sistema contributivo per tutti i lavoratori a partire dal 2012.

Ma la misura più contestata è quella sulle pensioni di anzianità ed in particolare sulla soglia minima di anni di contributi necessari per il ritiro dal lavoro a prescindere dall’età. Attualmente questa soglia è di 40 anni ma il governo pensa di portarla ad un forchetta compresa tra i 41 e i 43 anni.

Contrari a qualsiasi ipotesi di modifica i sindacati che annunciano battaglia nel caso di mancato confronto su questo tema con l’esecutivo. Il segretario della Uil, Luigi Angeletti, ha così commentato il provvedimento allo studio del governo: “Qualunque sindacato non può essere d’accordo con un sistema che preveda che le persone continuino a lavorare dopo i quarant’anni di anzianità, versano contributi a vuoto, che non hanno effetto sull’innalzamento della pensione.” Un meccanismo che viene giudicato profondamente ingiusto.

Se ti interessa guardare film in streaming gratis leggi la pagina su Altadefinizione

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


What is 12 + 3 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)